Da Cartore al Lago della Duchessa

Itinerario trekking nel Parco Naturale Regionale Sirente-Velino

Il Lado della Duchessa

Il lago della Duchessa è un lago montano d'altura del Lazio, in provincia di Rieti, all'interno della riserva regionale Montagne della Duchessa, nel territorio del comune di Borgorose, ai confini con l'Abruzzo e la provincia dell'Aquila.

E' di origine carsica e lo si vede dalle due doline, che gli conferiscono la caratteristica forma ad otto. Il lago non è alimentato da sorgenti proprie o da un fiume ed il livello delle acque è legato a fattori meteorici (pioggia e neve), al ciclo dell'acqua ed allo sfruttamento stagionale da parte degli animali domestici in alpeggio (ovini, equini e bovini). Un altro fattore che limita fortemente il livello delle acque è un inghiottitoio carsico, sulla riva nord-occidentale. L'acqua nei periodi di piogge intense o dopo lo scioglimento delle nevi in primavera (acque di fusione), raggiunge il livello della bocca dell'inghiottitoio e vi precipita all'interno. Classificato come lago poco profondo, ha un'estensione di circa 4 ettari con un perimetro di circa 973 metri, naturalmente questi dati variano a seconda del livello di precipitazioni annue (piovose e nevose).


lago duchessa

Lago della Duchessa

Dettagli

Partenza: Cartore

Tempo di percorrenza: 4 ore

Segnaletica bianco-rossa 2B

Dislivello: 850 m


Percorso:

Da un tabellone della Riserva si seguono i segnavia 2B, che si alzano per una carrareccia, e poi deviano a destra per un sentiero, entrando nella profonda e suggestiva Val Fua, che si risale tra fitto bosco e grandi massi. Dove il vallone diventa più ripido, il sentiero si alza a tornanti e poi si sposta sulla sinistra, superando dei passaggi in cui il tracciato è stato scavato nella roccia. Una bella cengia artificiale attrezzata con una catena porta all’inizio (1450 m circa, 1.15 ore) della faggeta della Valle del Cieco. La si risale, sul sentiero che all’inizio è molto ripido e poi diventa più dolce. Usciti dal bosco, si arriva ai rifugi delle Caparnie (1718 m, 0.45 ore) raggiunti dalla strada sterrata che passa per la Val Cesa. Alcune di queste costruzioni vengono utilizzate in estate dai pastori, una è stata ristrutturata dal CAI di Avezzano e dedicata all’alpinista Gigi Panei. Si prosegue per i pascoli delle Caparnie, si scavalca un’ampia sella erbosa (1802 m) e si scende al Lago della Duchessa (1788 m, 0.15 ore), dominato a nord dai pendii sassosi ed erbosi del Monte Morrone e a sud dalle pareti di roccia del Muro Lungo. Il panorama e l’atmosfera serena delle rive del Lago consigliano una lunga sosta. La discesa richiede 1.30 ore fino a Cartore.

Fonte: Iteredizioni.it e Riservaduchessa.it