Trekking Gran Sasso d'Italia

Da Campo Imperatore alla Vetta Centrale 2.893 m. del Corno Grande del Gran Sasso

Dal Rif Franchetti - Via Gualerzi

Dettagli

Partenza: Rifugio Franchetti (2433 m)

Tempo di percorrenza: 5 ore

Dislivello: 500 m

Difficoltà: alpinistica con passaggi II grado

Sempre su comodo sentiero zigzagando continuare in direzione del rif. Franchetti (2433 mt.). Dal Franchetti seguire il sentiero ben segnato che porta alla sella dei due corni e al ghiacciaio del Calderone. Si arriva al ghiacciaio, da qui inizia la salita vera e propria.

Percorso:

Dall'Albergo di Campo Imperatore (2120 metri), che si raggiunge in auto o in funivia da Fonte Cerreto, o con percorsi più lunghi da Santo Stefano di Sessanio, Castel del Monte o Farindola, si segue il viottolo che passa accanto al Giardino Botanico e all'Osservatorio e prosegue verso il rifugio Duca degli Abruzzi.

Dal circo del Calderone, guardando la vetta centrale, è ben visibile una rampa che taglia diagonalmente da sinistra a destra fino ad una forchetta (forchetta Gualerzi) Si raggiunge con facili saltini ( un paio di chiodi presenti) la rampa, la si segue fedelmente un po’ al suo interno (roccia marcia) o più esternamente (roccia migliore ma grande esposizione) in breve si arriva al grande terrazzone (sosta per calata chiodo e spit) dove è possibile deviare per andare verso la forchetta del Calderone. Si continua a salire per l’evidente rampa sempre su difficoltà intorno al II grado fino a raggiungere l’intaglio della forchetta Gualerzi. Ora si scende una 40 di metri sul versante sud e sulla sinistra si va a prendere un evidente camino. Lo si risale, si passa sotto un grande masso incastrato, si esca dal camino e poi a sinistra ancora pochi facili metri portano in vetta.